PER LA SERIE: Attacco dei Giganti

Da pochi giorni in Italia sbarca la quarta stagione di Attack on Titan o Attacco dei Giganti. Dal genio indiscusso Isayama, una serie tv Anime che segue a ruota il successo planetario dell’omonimo fumetto, libri e gadget.

La storia è ambientata in un medioevo rivisitato, la razza umana è minacciata dalla comparsa dei terribili Giganti. Nessuno ha idea da dove provengano e come siano comparsi. Esseri terrificanti che come unico scopo sembra abbiano solo la volontà di attaccare gli uomini per divorarli all’istante. Non pare siano dotati di particolare acume, ma velocità, forza e struttura fanno dei Giganti esseri temibili. D’improvviso come sono comparsi, scompaiono nel nulla. Per ben cinque anni non si vedrà l’ombra di un Gigante e non si udiranno voci di un loro attacco. I sopravvissuti della razza umana hanno l’occasione di organizzarsi per difendersi. Vivono in una grande città circoscritta su se stessa, divisa in tre distretti. Ogni zona è delimitata da grandi mura alte 60 metri. I Giganti comparsi raggiungevano a malapena 20 mt. Ogni muraglia da il nome al proprio distretto. Il Wall Maria, il più povero. Contadini e gente poco abbietta, il popolo! Il Wall Rose, la borghesia, mercanti e Ceto medio Alto. Il Wall Sina, il comando centrale della città, la residenza reale e sede principale delle forze dell’esercito. A quest’ultimo è affidato il compito di preservare l’ordine nei distretti e la difesa della città. L’esercito è costituito da tre corpi, oltre la Guardia reale e la Gendarmeria, vi è il corpo d’élite dei Ricercatori . Uomini sprezzanti del pericolo si avventurano oltre le mura alla ricerca della verità. Già perché oltre i confini della città nessuno ha idea di come sia fatto il mondo e cosa vi avvenga.

L’attacco improvviso cinque anni dopo l’ultimo da parte dei Giganti è una sorpresa per tutti. Questa volta però gli esseri infernali sono anomali, strutturalmente diversi e sembrano molto intelligenti. La razza umana è di nuovo in pericolo. Il nemico è molto più forte che in passato e anche più alto… riusciranno a fare breccia nel Wall Maria, da qui l’inizio vero della storia. Il protagonista Erin entrato con i suoi compagni Mikasa e Armin nell’ordine dei ricercatori si vedrà costretto in prima linea a scontrarsi con i suoi demoni interiori. I colpi di scena e le sorprese non saranno di poco conto!

Attacco ai Giganti è un Dark Fantasy unico nel suo genere. La consuetudine dell’Anime di solito impone un ritmo forsennato alla storia, dovuto ai tempi dettati per necessità dal fumetto originale. La comprensione della trama il più delle volte ne risente. Isayama nella sua opera riesce a rallentare notevolmente questo effetto dando un tipo di struttura che nonostante i momenti di pausa e passaggio necessario alla storia, l’interesse rimane sempre alto.
La tecnica del disegno è come per la maggior parte dei Manga e Anime indiscutibile, ma quello che balza all’occhio è la diversa e voluta definizione dei Giganti. Un tratto più rude e sgraziato sia nei disegni che nei movimenti. Particolarità che danno un notevole interesse al tipo di personaggio.

Una serie che non è la classica serie. 59 episodi divisi in quattro stagioni. In Italia sulla piattaforma Netflix. Più che consigliata, il mio voto è 9.

piccolo spoiler… La Cantina, tenete d’occhio la cantina. Sarà l’arrivo di questa fantastica serie o la partenza?