HATERS AMICI MIEI

Il Negazionista dall’Effetto Boomerang!

Sono passati all’incirca sette mesi dallo scoppio della Pandemia da Corona virus. Sette mesi dove abbiamo visto, osservato e soprattutto vissuto in prima persona, come questa influenza abbia potuto cambiare le più normali abitudini quotidiane.

Fin dal primo momento c’è stato uno scontro di idee. chi trascinato da una ragionevole paura, temeva più che mai per se stesso e per i suoi cari. Contro chi pubblicizzava con orgoglio una manovra dei potenti contro l’umanità per aumentare il proprio potere. Questi ultimi divisi in sotto gruppi dalle idee bizzarre. Il virus è stato creato in laboratorio, Bill Gates è un Despota, le scie chimiche, il mercurio…ecc ecc ecc

Con il passare dei mesi e con il lockdown utilizzato quasi a livello mondiale, sembrava essere usciti da un periodo dove ogni giorno il bollettino della conta delle morti era enorme, cosa di cui come d’incanto siamo riusciti a dimenticare. Purtroppo o per fortuna l’estate è arrivata puntuale, dove il problema principale non è stato più come evitare il contagio, ma come fare per poter partire. Cosa più grave i così detti Negazionisti,che poi non sono altro che i primi Complottisti, hanno aumentato il loro fatto WoW, nella folle rincorsa all’annuncio “Tutto è falso, nulla esiste”.

Persone di spicco che devono la loro fortuna ai soldi dei poveri consumatori. Anche se il merito del pensiero imprenditoriale gli va dato. Persone che hanno urlato contro il Covid poiché è andato a toccare i loro introiti, puntualmente smentiti dal virus stesso, attaccandosi a questi Geni infettandoli . Anche se come ultima spiaggia c’è sempre la prostatite.

Quello che però deve saltare all’occhio e che se i negazionisti sono di fama, diventa un problema sociale. Zingaretti ci provò a febbraio con i suoi aperitivi, finendo al tampone immediatamente. Fortunatamente sono quattro gatti a seguirlo…Pensate invece se gente come Vacchi o la Ferragni cominciassero a spargere la voce della falsità del virus, altro che Berlino o Parigi, già perché Italia non sono i luminari a muovere le masse…..

Bisognerebbe avere la bontà di non sparare a zero, sopratutto dove la differenza non la fa il portafoglio, ma la conoscenza. Se il tuo locale quest’estate il tuo locale è andato male, niente. Benvenuto sul carro dei comuni mortali.

Mascherina e distanziamento. Usate la testa e ne usciremo. Seguite le barbariche storie Social e dovrete studiare bene cosa comporta una Prostatite.

HATERS AMICI MIEI:

La Resistenza va a Messa, la Camerata segue!

La Messa è finita , andate in Pace! Così si pensava potesse chiudersi la classica funzione domenicale di Don Massimo. Invece il Curato volutamente provocatorio al termine della celebrazione ha intonato L Inno alla Resistenza “Bella Ciao” !!!

Inno alla Resistenza insomma.. (Ormai ci crede solo un certo Avignone). Canzone divenuta un simbolo della sinistra italiana, che ne ha fatto un proprio paletto imprescindibile. Tornata in testa alle classifiche grazie a quel movimento delle Sardine autoproclamato non politico… (va be tempo dopo hanno anche detto che il Virus L avremmo sconfitto con i libri e la cultura). Ma che volete in Italia stiamo rinascendo un po’ come quel pensiero di lotta politica alla Don Camillo e Peppone, si sbraita si litiga ma stringi stringi il nulla!

Cavalcando L ‘onda di questo pensiero o moda, le critiche affossate a Don Massimo non sono state morbide. Quello che fa sorridere è che lo stupore di indignazione non arriva solo da chi ci si aspettava, la Destra e la Chiesa, ma anche dalla parte politica che si rivendica di sinistra. Ma come invece di esultare, voglio dire un prete che canta Bella ciao in Chiesa è come se un virus del raffreddore mettesse in ginocchio il pianeta… ah no esempio sbagliato. Come se la terra fosse davvero piatta. ( Vuoi vedere che L ‘Australia davvero non esiste?) Insomma ha dell’incredibile. Invece qualcuno è riuscito a girarla come un attacco di Salvini.

Sinceramente le ragioni che hanno spinto Don Massimo a tale atto non devono secondo me ancorare i pensieri a vecchi dogmi ormai morti. Il mondo è andato avanti , chi crede che nella Chiesa attuale non ci siano correnti più vicine alla sinistra come idea politica, forse dovrebbe concentrarsi solo esclusivamente su programmi Mediaset e far scivolare la vita così come viene.

Ho ripreso questo fatto successo oramai tempo fa per legarlo a uno più recente in un paesino della bassa Milanese. Durante un funerale al momento dello scambio della pace la salma è stata salutata con il grido “Viva il Duce, viva la Libertà”. Potete immaginare L’imbarazzo dell’assemblea (a questo punto neanche troppo credo) e del povero prete che da par suo è riuscito in tutta fretta a terminare la funzione e con estremo orgoglio non stringere le mani dei presenti neanche per una semplice condoglianza. Voltando le spalle a quegli uomini , piccoli uomini. Anzi di uomini meglio non parlarne.

Stiamo vivendo una stagione folle che ci porta in tempi passati, lontano da quello che è l attualità della vita. Scontri, liti e attacchi, la maggior parte tragicomici! Il problema che tra le due fazioni non sembra essercene una che abbia un minimo di intelletto su cui affidare la nostra fiducia.

La realtà è che stiamo raccogliendo mosche, tra lotte politiche da anni di piombo, vari colori di Gilet, immigrazione e Razzismo. Mentre l’uomo si è messo nella lista dell’estinzione!

HATERS AMICI MIEI: Per una volta lo diciamo fuori dalle righe….

Europa unita, stelle brillanti sullo sfondo Blu come il cielo! … un paio di palle.. ops prima riga saltata.
Recovery Found fa esplodere la discussione tra Stati uniti sotto la bandiera Europea, anche se la realtà dei fatti ci sta insegnando Che di unità ce n’è davvero poca. Poiché si sono svegliati i Frugali! Sapete chi sono? Piccoli paesi dell’Unione che tutto sommato odiano Italia e Spagna e la Merkel che spalleggia questi ultimi. Quei paesi che nel mercato europeo versano 500 euro scarsi procapite e ne ricevono 5000 sempre procapite…. minchia però e parlano? .
Passino gli austriaci che del mondo intero hanno sempre capito poco, che se non fosse stato per i Turchi ai tempi, sarebbero una piccola regione tedesca. Anche se lo sono diventati col tempo, solo un po’ più nazisti…
Se invece incontrate uno svedese o un olandese o un danese, già così sembra una barzelletta. Semplicemente ricordategli che se le loro donne hanno e hanno sempre avuto il sorriso, lo devono a noi italiani….I tedeschi L hanno capito e guardate come vivono più rilassati…. e con questo saltano anche la seconda, la terza e la quarta riga.

Mi faccio solo una domanda, ma questi esseri superiori, hanno ben chiaro che facendo così forse stanno dando ragione ai sovranisti tanto bistrattati? Chiedo per un amico….

Torniamo al nostro bel paese? L’altra sera guardavo il Tg e una notizia in particolare ha colpito il mio interesse. Per una volta son grato che non sia per via del Coronavirus. La protesta violenta dei NoTav in val di Susa. Non è la prima volta e non sarà l’ultima. Anzi questa programmata e annunciata come protesta violenta. Come se questo tipo di azione sopratutto in Italia abbia mai portato riscontri. Che ci si aspetta dalle forze dell’ordine applausi e lanci di petali di Rose?

Io mi sono fatto un idea. A me pare che della Tav ai manifestanti non gli interessi proprio un cazzo, ma che sia solo uno strumento da utilizzare quando fa comodo.
Farlo pochi giorni prima del 20 Luglio è un caso? Nel giorno dove si ricordano i fatti di Genova, del G8?
Uno Stato che ha usato la mano violenta contro i manifestanti senza motivo. Estremisti che hanno usato la mano violenta contro una città e i manifestanti senza motivo.

A Genova sono morti due ragazzi, Carlo in tutti i sensi mentre manifestava a modo suo… e NO non era un ragazzo come me! Non avevo i suoi ideali e la sua “passione” e lui non aveva i miei. Non è un Martire per me, non era nella posizione di esserlo quel giorno.
Era solo un povero ragazzo, morto ammazzato senza volere.
L’altro a essere ammazzato e il giovane Carabiniere che ha sparato, nell’animo quella giornata non la dimenticherà mai. Nella Jeep di servizio tutta scassata, chiusa in un angolo, un ragazzo con un estintore in mano. La paura folle e quel maledetto grilletto!

Forse Genova dovrebbe ricordarci in memoria di Carlo e del Carabiniere, non chi incolpare e combattere, ma cosa non fare pur di evitare inutili violenze. Usando la ragione è l’intelligenza di un corteo che canta e marcia.

HATERS AMICI MIEI

Ora Tocca a noi… E come chiuderebbe Amleto, “Questo è il Problema “

Come sempre ormai negli ultimi anni Luglio è il mese dove l’Estate esplode in tutta la sua forza, cioè Caldo Torrido e Zanzare!
Non temete arriverà anche Agosto con le sue piogge torrenziali a coglierci di sorpresa, perché noi abitudinari testardi partiremo in villeggiatura proprio in quei giorni.
Anche se l’Estate 2020 non è la solita stagione di abbronzatura e amori in spiaggia, già le note e funeste gesta del Covid hanno e continuano a cambiare le nostre amate abitudini.
Continua sopratutto, poiché al contrario di quello che dice la comunità scientifica (italiana) il virus nel mondo Non è sparito e sopratutto non è scomparsa la sua carica virale. Sebbene in Europa la cosa pare al momento sotto controllo, nel continente Americano come in quello Asiatico i numeri stanno raggiungendo cifre assurde!

L’unico a proclamare una una giusta dose di calma, proponendo lo stato di emergenza fino al 31 Dicembre, è il Premier Conte. Assalito in tutti i sensi dalle opposizioni, ma anche da quella finta maggiaronza che abbiamo al governo. Pensate che perfino la Lombardia ha deciso di togliere l’obbligo delle mascherine…all’esterno… mi raccomando!

Ciò che però contesto, sono le modalità. Insomma giusto imparare a convivere con questo virus, giusto proclamare calma. Poi però riapriamo a sbarchi clandestini, non tanto per gli sbarchi di per se, ma quanto alla filiera di controlli ed eventuali quarantene che sistematicamente saltano. A pari merito la stessa questione va segnalata per il turismo proveniente dai paesi esteri. Stesse modalità… un po’ lascive…..

Però, però ora non è il momento. Adesso c’è da pensare al lodo Benetton e ad Autostrade. Dal più grande al più piccolo, tutti ci si stanno buttando a capofitto.
Tanto i calcetti gli abbiamo riaperti, le discoteche quasi e la scuola? Va be c’è tempo mica è IMPORTANTE!

Adesso tocca davvero a noi Signori. A meno che qualcuno non abbia nostalgia delle belle cantate dai balconi…..

HATERS AMICI MIEI: Certi Amori Ritirnano…

C’è quella strana sensazione, quella voglia di urlare alla vittoria. La tenacia di dover uscire per forza da questa Epidemia in ogni modo. È chiaro che il nostro modo di pensare e di agire sia stato sconvolto nei fatti e nelle azioni di tutti i giorni. Intanto il Virus, incurante bussa alle nostre porte. “Ehi guardate che io ci sono ancora.” Dura da digerire, forse talmente tanto che la soluzione migliore è girargli le spalle e far finta di nulla….

Cosi come per incanto, tornano a bomba vecchi “Amori e scontri” che caratterizzano il nostro medio pensiero nazionale. Già perché quelle che sembravano felici Unioni, (strane) ora (ri)- cominciano a vomitarsi addosso di tutto. Ma tanto noi “mediani” abbiamo altro a cui pensare, magari capire dove andare in vacanza….

C’è un Zingaretti che attacca proprio tutti. Puntando il dito sul centro destra , reo di essere un regime Nazi-Fascista. Storia ormai che stufa, certi fantasmi vengono rispolverati solo per far propaganda, per far smuovere quelle menti ancora legate a filo doppio a eroici partigiani ecc ecc (che poi …). C’è sicuramente una stupidità di pochi a destra, ma arrivare a etichettarli fascisti sembra esagerato. Anche perché se poi difendi Regimi tipo in Venezuela sei davvero così tanto distante da chi additi con tanta foga? Certo che la sinistra italiana sta avendo la sua Primavera araba, nell’attacco mediatico finiscono dentro anche i Pentastellati, ormai per molti scomparsi e addirittura il Premier Conte con il suo “Governo Immobile”.
Più che Zingaretti mi è sembrato un Salvini senza barba…(anche se forse, l’unica differenza è proprio la barba)

Tutto mentre il centro Destra continua nel suo tentativo di sfondare con il “palco”. Accusando la sinistra di far affondare il paese. Mentre anche per loro Conte è il suo “Governo Immobile” dovrebbe cadere al più presto. Portatore della giusta rabbia è stata scelta la Giorgina, con la sua femminilità ormai persa in antri oscuri.
Più che Meloni, mi sembrava un Zingaretti senza tette.

A dire la verità sembra di stare in una vera e propria campagna elettorale. Dove chi ambisce al potere sta dando per scontato la vita quotidiana, con i rischi annessi del proprio popolo. Dando piccoli contentini, come il calcio o le vacanze. Mentre i piccoli fuocolai del Virus aumentano, ma tanto sono piccoli! (Anche Lodi era piccolino).

Proprio vero certi amori ritornano, più forti di prima… nella loro stupidità!

HATERS AMICI MIEI: Io Ti Conosco Mascherina…

Io ti conosco mascherina… cantavano i Litfiba quasi profetici anni fa. C’era anche chi prendeva in giro chi utilizzava tale strumento per andare a zonzo in città, preoccupato per gli effetti dello smog. Purtroppo di questi tempi invece è assolutamente necessaria a detta degli esperti, per combattere il contagio del virus Covid-19.
Non si discute se abbia o no dei benefici, naturalmente si ci aspetta che sia uno dei tanti metodi per evitare l’infezione, anche se pare come tutto di questa triste storia, che in realtà se ne sappia davvero poco o semplicemente che ogni esperto abbia la sua campana da far suonare. Non vorremmo mai che andasse a finire come con i guanti…

Sta di fatto che la mascherina incominci a dare un po’ fastidio per non dire sui nervi, ed è piuttosto comprensibile vista la stagione attuale. Avere un pezzo di stoffa o di carta che copre naso e bocca a 30 e passa gradi non è piacevole.

A dare un ulteriore spinta sull’odio della mascherina ci ha pensato il Governatore Lombardo Fontana, che con la sua proverbiale lungimiranza ha prorogato fino a metà Luglio l’obbligo dell’utilizzo delle mascherine. Anche se per sua stessa ammissione i numeri dei contagi e dei ricoveri sono drasticamente calati.

Attenzione è un pensiero che ci può stare, il Virus non sembra del tutto sparito. Visto anche le vicissitudini che ha dovuto subire la Lombardia, (per gravi errori della Regione e del Comune) mettere le mani un pochino avanti pare anche giusto. Solo che…

Insomma ci vorrebbe anche un po’ di coerenza. Che senso ha comandare l’obbligo se poi nelle Regioni limitrofe non vi è questa regola? Voglio dire siamo in una stagione dove il Lombardo medio si sposta anche per soli pochi giorni tra il mare della Liguria e della Romagna o nei laghi del Piemonte, per non parlare della montagna nelle regioni più a nord. Dove l’utilizzo non è obbligatorio. Adesso che i numeri permettono una certa apertura perché non confinare tale obbligo nei luoghi pubblici e nei trasporti?
Nelle giornate più calde è davvero impossibile indossarle con il rischio di non sentirsi bene, se poi chi torna dalla villeggiatura non ne ha fatto uso, tutto questo che senso ha?

È anche vero che mi aspettavo lo stesso consiglio di indossare una sciarpa, se la mascherina desse troppo fastidio…..

Come è vero che mi aspetto un intervento da Palazzo Marino che indica un nuovo “Carnevale Ambrosiano sulle spiagge dell’Idroscalo”…… A parte l’ironia.

Diciamo che un po’ di apertura mentale e logica non guasterebbe in tutta questa Lungimiranza Mascherata!

HATERS AMICI MIEI: La Vendetta va Servita Fredda

C’è una Società che si dichiara progredita nella tecnologia e nel benessere quotidiano ( già qui si aprirebbe un mondo) che quindi di riflesso si appropria di un illuminismo personale negli usi e costumi che in realtà non sussiste. Abbiamo solo la vaga illusione di quello che potremmo essere, ma che non siamo.

La vicenda non era neanche così un fatto strano… purtroppo negli ultimi anni di vicende simili ne riscontriamo parecchie. Però è un fatto che rispecchia la nostra finta società. C’è dentro più o meno tutto.

Una periferia, quella milanese. Sono anni che emerge una pericolosità che non si vedeva dagli anni ottanta. Un gruppo di giovani cresciuti troppo soli e che hanno dentro una sorta di pensiero di aver raggiunto la maturità per stare al mondo. Un gruppo di extracomunitari che in regola o no, fanno fatica ad integrarsi. Sarò sincero a volte noi italiani mettiamo dei paletti perché questo non accada! A volte però c’è chi non ne vuole sapere della parola integrazione e questo è chiaro come il sole.

Siamo a Novate Milanese, una ragazza di 19 anni adesca un giovane pakistano in una sera calda d’estate. La ragazza dichiarerà più tardi di aver accettato l’incontro per la compravendita di un cellulare, all’incontro si sono presentati anche il fidanzato è un suo amico che secondo il racconto ai Carabinieri si sono tenuti a debita distanza. L’Affare si conclude con il giovane asiatico riverso a terra in una pozza di sangue e un coltello a serramanico trovato poco più in là.

Naturalmente lo sciocco racconto dell’affare non regge e lascia il tempo che trova. Si scopre abbastanza facilmente che il ragazzo pakistano questo inverno con altri suoi complici ha abusato sessualmente della ragazza. Ciò mette una logica, da condannare assolutamente, ma da un filo logico alla vicenda. Quello che sorprende e che mette in discussione i nostri tempi è questo modo di operare più che discutibile.

una ragazza viene violentata da un gruppo di suoi coetanei fino a quel momento sconosciuti. Non vi è alcuna denuncia dell’accaduto, già questo nascondere fa riflettere. Arriva il momento della vendetta, fredda e pianificata, nei minimi dettagli. Anche il racconto della compravendita del cellulare è stato precedentemente accordato. Salta fuori che quando ci fu la terribile aggressione, fu la stessa ragazza , ubriaca a far entrare a casa sua i violentatori, che vista la situazione ne hanno approfittato. Sembra una vera e propria faida da serie tv, di quelle che trasmetti oggi, di quelle che ci portano a tifare ed adorare il figlio del grande Boss che sta scalando la famiglia per il potere! Quelle che ci fanno amare ladri mascherati che sparano e uccidono. Nel frattempo a soli 19 anni nella realtà di tutti i giorni si può pianificare di uccidere, mentre dall’altra parte violentare una donna solo perché ubriaca sembrerebbe cosa normale.
Allora mi viene da pensare, ma è davvero questa la società progredita che tanto ci vantiamo d’avere? Giovani lasciati a loro stessi perché reputati già grandi. Famiglie che non hanno il polso o semplicemente la voglia di indirizzare su certi binari i propri figli. Gruppi che pensano di avere in mano il mondo, per poi scoprire che nel 2020 fanno fatica a leggere e contare.
Davvero stiamo pensando che a 19 anni non sono ancora una bambina, che ha bisogno dell’aiuto o dell’appoggio di una giusta famiglia, di una giusta società.

HATERS AMICI MIEI: Estate tra ripartenze e….Ruspe…!

No, non è il classico slogan del Salvini, taac. Se però per fare un gioco ti chiedessero di trovare un filo che unisce il gioco preferito da piccino e sopratutto da grande del Matteo, con la bellissima isola della Sicilia e le sue spiagge, che cosa mai potrebbe succedere?

Diciamo che l’associazione Mareamico questa domanda l ha posta e ha trovato anche una risposta. Agrigento, spiaggia La Maddelusa. Splendido squarcio di Costa dell’isola siciliana, un paradiso marittimo come pochi al mondo. Solcata e schiaffeggiata da ruspe a lavoro.

A cosa è dovuta questa frenetica attività! Quando vado al mare mi aspetto di trovare conchiglie e sassolini colorati. Sappiamo che una delle piaghe delle spiagge siciliane negli ultimi anni è il deposito continuo e costante di rifiuti, ingombranti e non. Qui dobbiamo prenderci tutti le nostre responsabili poiché siamo alla base della colpa per quello che è accaduto. Siamo irresponsabili sul rispetto della natura e prima o poi ne pagheremo se non lo stiamo già facendo, le conseguenze.

Ps: Sotterrare mozziconi di sigarette nella sabbia, equivale a buttarli a terra. Il detto “Occhio non vede, cuore non duole” in questo caso non funziona.

Le amministrazioni comunali, la città di Agrigento e la Guardia Costiera, fanno fronte comune e ordinano la pulizia delle spiagge. Nell’ordinanza s’intende esclusivamente la rimozione dei rifiuti e niente altro, non un granello di sabbia va spostato.

Fantastico, ridare lustro alla Sicilia e alle sue bellezze. Rendere il meritato rispetto a madre Natura. Solo che tutta quella sabbia… Allora facciamo così, prendetela tutta e fate un unico grande mucchio, poi appiattite tutta la rimanenza e livellatela.
Purtroppo hanno fatto davvero tutto questo, peccato che tutta quella sabbia fossero Dune Costiere formatesi naturalmente, indispensabili per la fauna e la protezione della Costa. Mareamico denuncia inoltre lo sterminio di vegetazione particolare che affonda le radici su quelle dune e pensa che quasi sicuramente sono andati distrutti i nidi della tartaruga Caretta Caretta, che apposta in questo periodo viene a deporre le uova in quei luoghi.
Oltre il danno però, anche la beffa! Eh già perché quei rifiuti che andavano smaltiti, in realtà sono stati semplicemente sotterrati nella stessa spiaggia. La beffa, no sembra più una presa per il culo. Insomma di moda ancora “Occhio non vede, Cuore non duole”…si ma a modo nostro…

Comunque, si spera che prima o poi si capisca che il problema principale non siano le Ruspe in spiaggia, ma il fatto che non si debba arrivare ad usarle… anche se poi resterebbero tutte a disposizione di Matteo, fa nulla. Il gioco vale la candela!