Laguna Seca anno 2008 , il sorpasso impossibile!

Ci sono sport che sono spettacolari nel loro essere, anche se purtroppo poco seguiti. Uno di questi sport è proprio il Motociclismo. Guai nel nostro emisfero osare a sfidare il Dio calcio!
Poi ci sono degli sportivi che alzano il livello di spettacolarità in quello che praticano, talmente lo portano in alto che prendono sotto braccio milioni di persone e li trasformano in appassionati. Ecco Valentino Rossi è uno di questi sportivi! È chiaro che nella nostra penisola i motori hanno sempre avuto un peso specifico notevole. Dopo tutto in Italia si amano le velocità quasi quanto le donne. A quei tempi Campioni nostrani come Capirossi e Biagi non mancavano, ma chi ha fatto incollare le persone sul divano è stato sicuramente il Dottore!

Il suo essere “Personaggio” a 360, il suo essere simpatico o antipatico in base alle circostanze, ma sopratutto il suo essere un vincente e mai banalmente, ha portato nelle case degli italiani il gusto di guardare un MotoGP.

Siamo a Laguna Seca nel 2008. La Ducati ha dominato gli ultimi due Mondiali con in sella l’Australiano Stoner. Nel campionato in corso complice qualche problema della moto bolognese, Rossi ha diversi punti di vantaggio. Il Dottore sa che non è finita, infatti gli ultimi tre Gran premi sono ad appannaggio di Stoner, che nel frattempo è riuscito a sistemare la sua moto. Campionato riaperto e nota dolente per il pilota di Tavuglia, arriva il circuito americano. La Ducati e l’australiano sono i netti favoriti.

Di fatti Stoner nelle prove libere da mezzo secondo a Valentino e uno è più secondo al resto della truppa. Sembra fatta con un finale scontato, anche se….

L’Inizio del GP è subito emozionante, Valentino riesce a stare attaccato sempre alla Ducati, non molla un centimetro! La gara è una costante di sorpasso e contro sorpassi. Nessuno dei due ha la minima intenzione di mollare. C’è qualcosa di magico è fenomenale nel circuito , il cavatappi è una doppia curva in salita e discesa, stretta è tecnicamente difficile.

Proprio sul cavatappi si genera uno dei momenti più belli del motociclismo.

Stoner attacca la Yahama in salita, nello scollinare all’inizio della discesa Rossi ritarda la staccata per difendersi, le moto per un momento procedono a braccetto. Il Dottore per non cedere la posizione e per non mollare è costretto ad andare sulla sabbia per un paio di metri sorprendendo l’avversario oltre che a rischiare la sua pelle!

Stoner accuserà il colpo e qualche giro dopo cadrà, arrivando comunque secondo…. gli altri piloti correvano????

Da Laguna Seca in poi Rossi sarà irraggiungibile, aggiudicandosi il Mondiale 2008. Stoner perse la fiducia e la sicurezza da quella gara.

Ci sono gli sportivi e i campioni. Poi ci sono i fenomeni. Il 2008 sul Cavatappi abbiamo visto un FENOMENO.

1 commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...