Il Virus perde la sua carica virale?

VIrus, Coronavirus outbreak ,contagious infection

Che il 2020 fosse un anno particolarmente intenso e nero lo si era capito anche senza essere dei “Luminari”. Che le istituzioni e Medici specializzati abbiano messo tanta di quella carne sul fuoco da farci capire poco e niente lo è altrettanto. Il problema e che ogni cosa detta o supposta sul Covid-19, non potrà mai essere presa con le pinze, è un argomento cha ha un peso specifico rilevante e di per se complesso. Qui sembra a chi lancia più lontano la notizia.

Stiamo vivendo un periodo della Pandemia abbastanza tranquillo. Morti e infetti stanno diminuendo di numero, le terapie intensive stanno piano piano chiudendo. Almeno per quello che riguarda la nostra amata Nazione. Anche se, permettetemi di dirlo, ci fosse anche solo un morto non dovremmo prendere la notizia con gioia. Comunque il “cinismo” della situazione è comprensibile.Il virus ci ha portati ad esserlo, cinici e duri.

Nella giornata di oggi salta fuori una dichiarazione che da speranza sulla situazione attuale. Il Professor Zangrillo direttore della terapia intensiva dell’Ospedale San Raffaele di Milano ha affermato: “IlCovid-19 ha perso la sua carica virale, clinicamente è morto, bisogna tornare alla vita di prima.”

Fantastico, ma questa è una notizia incredibile. Sopratutto se un’altra medico il Professor Bassetti, direttore malattie infettive dell’Ospedale San Martino di Genova, segue a ruota le dichiarazioni del collega.

Purtroppo in questo periodo abbiamo anche imparato che un inghippo, una piccola trappola può saltare fuori da un momento all’altro. E dove sarà mai questa volta?.

Naturalmente da un altro medico. Stavolta il Professor Richelde, pneumologo appartenete al comitato tecnico scientifico, che con rabbia rigetta le affermazioni del collega. Affermando: “Il virus è ancora in circolazione, non bisogna dare notizie fuorvianti”.

Qui non si mette in dubbio le capacità dei medici. Anzi credo siano professionisti qualificati. Ma per un quieto vivere non si potrebbe avere dalla comunità scentifica una linea guida uniforme? Già è molto complicato di per se, siamo un paese che sta cercando di ripartire.I commercianti si stanno facendo in quattro per rialzarsi, ci sono famiglie che hanno stretto la cinghia e che ora stanno faticando, persone che da mesi non si vedono e forse dal 3 Giugno potranno. C’è chi ancora aspetta i soldi di Marzo… Si potrebbe almeno avere da dei professionisti una parola unica che sia almeno certa? Sarebbe anche di “Conforto” per molti. Non si vorrà fare la fine dei mille decreti e una notte????

3 commenti

  1. Condivido! Ho notato anch’io, fin dal principio dell’epidemia, che le notizie fornite da medici e virologi sono state spesso discordanti, portando parte della popolazione nel caos e (quasi) al mancato controllo delle emozioni, e parte all’indifferenza più totale rispetto al pericolo che allora, in fase 1, c’era. Il risultato è stato il quasi 50% della popolazione soggetta ad ansia e depressione e un altro tot abbondante di persone costrette a pagare ammende salate a causa delle loro inconsapevoli scelte. Comunque ti auguro la buonanotte e grazie per la condivisione!😊

    Piace a 3 people

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...