L’ARTE DI DOMINARE

linea orizzontale

Segnaposto immagine

SPORTLANDIA 

POSSO ACCETTARE LA SCONFITTA, MA NON POSSO ACCETTARE DI RINUNCIARE A PROVARCI!

23

Tranquillo! no non è un’affermazione, no non è uno stato d’animo. E’ Flavio. Giornalista e commentatore di sport. Per me  non ha mai commentato ma raccontato quello che accadeva al di là dell’oceano. La voce che mi ha accompagnato nella favola NBA per anni.

Il 1998 che anno!  il fenomeno Luiz Nazario da Lima chiamato più comunemente il FENOMENO, sbarca a MIlano.

L’inizio per molti di un amore, danza sul prato verde come nessuno ha mai fatto, la velocità con cui lo fa ferma tutto e tutti. Lui corre veloce i battiti di chi l’osserva si fermano.

Poi ci sono i Chicago Bulls che vincono il sesto titolo.

CI SONO PIPPEN, KUKOC, KERR E RODMAN, MA FLAVIO URLA A FINE PARTITA UN SOLO VERDETTO, UNA SOLA FRASE CHE RIMARRÀ IMPRESSA NELLA STORIA DEI COMMENTATORI. LO FA ALZANDOSI IN PIEDI ALLARGANDO LE BRACCIA AL CIELO, COME SE AVESSE APPENA RICEVUTO LA BENEDIZIONE DA DIO IN PERSONA.

“MICHAEL JEFFREY JORDAN”

 LA DINASTIA DI CHICAGO E SOTTO DI 3 PUNTI. SIAMO NELLO UTAH. IL PALAZZETTO BOLLE IN GARA 6. STOCKTON E MALONE FANNO MAGIE VERE. RUSSELL DI DEFINISCE MIGLIOR DIFENSORE NBA…FINIRÀ DUE METRI IN LÀ A 13 SECONDI DALLA FINE A CERCARE CHISSÀ CHE COSA.

MANCANO 41 SECONDI.ENTRA, PENETRA E SI APPOGGIA A CANESTRO. BENE SEMBRA TUTTO FACILE, SOLO CHE LO FA IN MEZZO A CINQUE MAGLIE BIANCHE DI MAGHI E DIFENSORI. OK MA LUI LO FA SEMBRARE FACILE.

PALLA AI JAZZ, SOLITO SCHEMA. LA PALLA ARRIVA AL “POSTINO” KARL MALONE, SOLITA BATTAGLIA CON “IL VERME” RODMAN. 

ECCO QUI FERMIAMOCI, PERCHÉ ESSERE IL MIGLIORE NON E’ SOLO DOMINARE NEL GESTO TECNICO O CON LA PALLA IN MANO. ESSERE I MIGLIORI E’ ARRIVARE PRIMA CON LA MENTE, LA TESTA GIÀ PROIETTATA A QUELLO CHE AVVERRÀ. 

L HA STUDIATO TUTTA LA PARTITA, L HA OSSERVATO BENE, HA GIÀ CAPITO.

FINTA SUL TAGLIO DELL AVVERSARIO, LUI FINTA CAPITO, LUI CHE STA DIFENDENDO FINTA. ARRIVA COME UN FULMINE SUL LATO CIECO DI MALONE. LA PALLA E’ SUA! OTTANTAMILA PERSONE AMMUTOLISCONO ALL ISTANTE.

13 SECONDI ALLA FINE. CI SAREBBERO KERR E SOPRATTUTTO PIPPEN LIBERI E IN BUONA POSIZIONE PER RICEVERE PALLA, MA IN CUOR LORO SANNO GIÀ’ CHE QUELLA PALLA NON ARRIVERÀ MAI. RUSSEL E’ DI FRONTE. ANCORA UNA VOLTA MJ HA NELLA TESTA COME ANDRÀ. FINTA CON LA SPALLA, MANO APPOGGIATA SUL FIANCO DELL’AVVERSARIO PER MANTENERE L EQUILIBRIO.

 DI RUSSEL  ABBIAMO GIÀ’ DETTO CHE FINE ABBIA FATTO. 

IL 23 E’ SOSPESO IN ARIA NEL PIÙ FACILE DEI TIRI. CHICAGO AVANTI DI UN PUNTO. 

ORA NE MANCANO 5 DI SECONDI. PALLA A STOCKTON, NIENTE  FINIRÀ COSÌ’!

SESTO TITOLO, MAI NESSUNO COME LORO, MAI NESSUNO COME LUI!

I SUOI COMPAGNI HANNO DETTO DI JORDAN QUANTO FOSSE UN COGLIONE, UN DESPOTA, UN TIRANNO. MA GLI STESSI HANNO AFFERMATO SENZA OMBRA DI DUBBIO QUANTO AVESSE  RAGIONE.  PER POTER LOTTARE CON LUI IN CAMPO BISOGNAVA SEGUIRLO IN TUTTO E PER TUTTO. E TU SEGUI SEMPRE IL MIGLIORE. BISOGNAVA GUADAGNARSI IL RISPETTO DEL DOMINATORE.

ALLORA QUELLA POESIA DI FLAVIO OGNI TANTO VA RIPETUTA! URLATA!

“MICHAEL JEFFREY JORDAN!”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...